Gli ex An? A un passo dal baratro

All’inizio dicevano che l’unica soluzione possibile era il ritorno al voto, davanti al “popolo sovrano”. E minacciavano nemmeno tanto velatamente la scissione (Altero Matteoli già raccoglieva le firme). Poi hanno tirato fuori dal cassetto – dopo avercele tenute per anni, mentre erano al fianco del ricchissimo imprenditore massone Silvio Berlusconi e del consulente di Goldman Sachs Gianni Letta – teorie del complotto a dire il vero un po’ sgualcite, “sparate” a effetto sul loro giornale (il Secolo d’Italia) e davanti ai cronisti (memorabile Maurizio Gasparri, il quale durante le consultazioni al Qurinale dava la sua disponibilità al nuovo governo e all’uscita denunciava ai microfoni le ingerenze del “gruppo Bilderberg”). Infine hanno trovato la loro nuova trincea: un nuovo governo va bene ma non con Monti (il quale, stando alle dichiarazioni di Ignazio La Russa sarebbe uscito cardinale, e si è visto).

Insomma, i poveri ex colonnelli ex An hanno – come si dice a Roma – “toppato” su tutta la linea. Costretti ad appoggiare un governo che non volevano, senza il coraggio di essere conseguenti e di fare lo “strappo”, si aggrappano all’ultimo baluardo della “fiducia a tempo”, con la speranza di tornare presto al voto (per trarne quali benefici, non è chiaro). Oggi Silvio Berlusconi li priva anche di questo miraggio: «Il governo – dice intervistato da Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera – durerà fino al 2013».

A un passo dal baratro, si dimenano nel partito per non soccombere alla nuova stagione. Su Libero girava addirittura la storiella di un nuovo gruppo parlamentare guidato da Daniela Santanchè che avrebbe dovuto nascere il giorno della fiducia per votare “no”, raccogliendo una trentina di ex An (e non solo) delusi dalla morbidezza berlusconiana. Voci messe in giro da loro, probabilmente. E in tal caso il piccolo particolare che la signora Santanchè non è una parlamentare, renderebbe ben chiaro lo stato confusionario in cui versano i poveri ex colonnelli…

Annunci

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Fascismi, MSI, Politica, Socialismo, Storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...