LA SOCIETA’ DEI NEMICI DELLE SOCIETA’ APERTE

pubblicata da Romito Tommaso il giorno martedì 25 ottobre 2011 alle ore 20.36

 

Nell era delle strategie planetarie , al processo di globalizzazione dell economia e del capitale , la resistenza di chi si oppone diviene anch essa globale . E’ una lotta senza quartiere , corpuscoli e primigenie culture del mondo liberal democratico  sono contrapposte alla fronda dei tradizionalisti  e della sovranità delle idee dal capitale mediatico e globale .

All armata mondiale del capitalismo ,che sconfina e travalica le sovranità nazionali , rendendole schiave dei dogmi imposti dai cavalieri templari delle speculazioni finanziarie, in un mondo sotterraneo ,ma in attesa di emergere , nella sua eterogenea complessità , vi è un coacervo di alleanze e stimolazioni intellettuali , che contrappongono il sé all’ assoluto, denominato NAZIONALBOLSCEVISMO . Il termine può indicare cose molto diverse tra loro . Nato , quasi contemporaneamente in Germania ed in Russia , sulla scia della Rivoluzione d Ottobre ,  rappresenta l intuizione ,di alcune correnti di pensiero , del carattere nazionale celato dall ortodossia marxista internazionale . In Russia la terminologia divenne abituale tra quei comunisti che accomunavano alla conservazione dello Stato la continuità geopolitica della missione della Grande Russia . In Germania , l idea trovò  terreno fertile tra i partiti dell’ estrema sinistra che , a cavallo degli anni 20, combinavano idee socialiste ,senso nazionale e fratellanza spirituale con la Russia Sovietica . Per comprendere il termine nazionalbolscevismo occorre rivedere il significato stesso di “Destra” e “Sinistra” , di sociale e nazionale . Esaminate queste nozioni , il paradosso iniziale della mutua combinazioni di due elementi, in apparente antitesi tra loro, lascerà presto spazio ad un fenomeno , che nell era del globale , potrebbe seriamente mettere in difficoltà l Occidente delle banche e dei capitali svolazzanti . Aprendo da sinistra spazi per il nazionalismo e da destra convergenze per il sociale , il pensiero politico del nazionalbolscevismo si estende lunghi orizzonti assolutamente nuovi , al cui cospetto i fascismi degli anni venti e trenta appaiono come forme moderate di totalitarismo . Ma su questo punto torneremo più avanti .

Per comprendere l essenza del fenomeno e la sua definizione , si può fare riferimento alle tesi di Karl Popper . Esponente illustre del pensiero liberista , Popper ,nel suo lavoro LE SOCIETA APERTE E I SUOI NEMICI, delinea in maniera efficace un modello  in cui , a grandi linee, convivono due tipi di societa’ : LE SOCIETA APERTE e LE SOCIETA NON APERTE . Debbo confessare che quando lo lessi la prima volta non compresi chiaramente il suo significato sociologico , la fine del bipolarismo segnava apparentemente l inizio di un era piatta priva di sconvolgimenti sul piano socioeconomico . Ma torniamo al dualismo insito nel modello popperiano. Per SOCIETA APERTE si intendono quelle società in cui ruolo centrale assume l individuo . Sono società in cui l individuo è svuotato di qualsivoglia indottrinamento teorico , l Assoluto è rigettato a favore di quelle caratteristiche individuali di discrezionalità e razionalità nell’ agire .

Il secondo tipo di società analizzata da Popper è quella dei nemici delle società aperte : LE SOCIETA NON APERTE . Volendo ripiegare da qualsiasi fraintendimento chiameremo questo modello SOCIETA CHIUSA  o totalitaria , a significare l assoluto rigetto nei confronti di quel tipo di società in cui l individuo è lasciato libero di agire. Le SOCIETA CHIUSE si basano su un modello in cui l Assoluto prevale sull individuo , condizionandone l esistenza e trasformando il suo processo evolutivo , penetrando all interno della sfera atomistica del se ed impedendo l interferenza di flussi individuali dall’ esterno. L individualità viene assorbita dall assoluto , l assoluto detta fini e compiti , per uno sviluppo organico della Società intesa come un corpo unico .

Popper fa risalire la genealogia dei nemici delle società aperte da Platone fino a Splenger attraverso Hegel Schelling e Marx . Tutti accomunati dall’ idea di trasferire nel modus vivendi atomistico dell individuo valori etici sociologici ed economici fondati sulla prevalenza dell assoluto sul sé .

L analisi giunge al suo epilogo catalogando , indistintamente dalle ideologie di appartenenza , destra , sinistra , sociale e nazionale , in nemici delle  SOCIETA APERTE tutte quelle correnti di pensiero che vi si oppongono. Riportata ai giorni nostri , contrariamente a quanto accaduto nei primi trentanni del secolo scorso , dove i liberismi furono temporaneamente sconfitti dai fascismi e dai comunismi , i quali agivano separatamente denigrandosi reciprocamente , assistiamo ad una improbabile alleanza di tutti i nemici delle società aperte in una lotta contro il nemico comune del liberismo . Il confronto assume proporzioni globali e ripropone , seppur in una veste del tutto rinnovata , lo scontro ideologico tra  Washinghton e Mosca , con quest ultima  faro e punto di riferimento di un progetto comune dei sostenitori dei nemici delle società aperte denominato EURASIA .

Le tesi fin qui esposte ci lasciano dubitanti su alcuni punti .Popper si sa è un liberista , e il liberismo e’ l internazionalismo del capitale e del suo libero arbitrio. Il fine delle società aperte consiste nella elaborazione di un sistema planetario in cui l individuo possa svincolarsi da dogmi imposti dall’ eticità; emerge quindi un Assoluto che prevarica non più il se ma l etico. La guerra in Libia e le restrizioni imposte al regime iraniano sono esempi lampanti di una  strategia che punta a denigrare il particolare .   Se al principio che ad ogni azione corrisponda una reazione spontanea o costruita , e nella lotta al globale si punta a far emergere il particolare ,ridurre il confronto, tra i sostenitori delle presunte liberta democratiche e i fautori di una nuova Gerusalemme liberata , ci appare del tutto contradditorio . La lotta contro la  schiavitù moderna imposta dal capitalismo globalizzato si esplica nei sentieri del particolare , e certamente non nei territori di una super armata dei nemici dell’ individualismo . Ad una schiavitù si sostituirebbe un’altra .

Alla critica nei riguardi dell’ individualismo popperiano che abilmente sfocia in un Assoluto basato sulla schiavitù dell’ economia e della finanza , la nostra riflessione si concentra ora su quella che è l alleanza ultima di tutti i nemici delle società aperte : il NAZIONALBOLSCEVISMO . Una definizione che calza a pennello per definire il movimento in questione è la seguente : super ideologia di tutte le ideologie avversarie  delle società aperte . Ma se l individualismo delle società aperte ha come riferimento Washington e le sue banche , il nazionalbolscevismo ha come punto di riferimento la missione della Grande Russia  . L  idealismo di Mosca contrapposto al materialismo di Washington , Hegel contro Schopenhauer . Gli uomini che condussero la Rivoluzione d Ottobre fino al suo trionfo furono denominati bolscevichi  , quasi a sottolineare il carattere stesso della Rivoluzione e la continuità della Russia nel perseguire , seppur in veste rinnovata , la sua missione di influenza della cultura occidentale . Il termine Bolscevico infatti si traduce come : rappresentante della maggioranza , e all interno di questa santa alleanza contro le armate capitalistiche , il termine e l ideologia portante ,ad esso connessa,  assumono la leadership tra tutte le ideologie degli appartenenti ai nemici delle società aperte . In questo scenario messianico , rientra la definizione che Marx diede del comunismo ovvero di rivoluzione compiuta , l esito finale del ribaltamento e del trionfo del progresso . La sintesi hegeliana comunismo delle caverne (tesi) , capitale (antitesi) : comunismo mondiale , conferisce al bolscevismo il carattere universale per l affermazione del comunismo nel mondo . Attenzione dunque a coloro che restano catturati dal fascino di tali imprese . Nel NAZIONALBOLSCEVISMO non vi è alcuna sintesi tra tutti i fascismi e i comunismi che la civiltà ha conosciuto , bensì un armata di legioni con a capo il proprio generale e in cima alla piramide il leader e la sua ideologia fuori discussione .  Cosi come nella globalizzazione sono trattati superficialmente le richieste ed i bisogni primari dell uomo a favore delle sempre piu crescenti richieste di espansione del capitale nel mondo , nel nazionalbolscevismo valori , culture e tradizioni dei popoli verrebbero soffocati dalla dottrina leader della super ideologia di tutte le ideologie.

I cosidetti fronti comuni tra camerati e compagni ,uniti sotto un’unica bandiera  , in realtà sono satelliti che risentono dell influenza della Madre Patria Russa . Credevamo che il comunismo fosse morto nel ’89.  Dalle sue ceneri , sotto mentite spoglie, nella sua nuova reincarnazione , il NAZIONALBOLSCEVISMO , si riaffaccia alla ribalta della scena mondiale inaugurando una nuova fase bipolare tra est ed ovest . E’ in questo contesto , poiché ci preme  la conservazione delle nostre radici e dei nostri valori , ma soprattutto la nostra identità di popolo,  che il fenomeno ci lascia seppur indifferenti quanto all’ erta per evitare che possa incontrare favori  e proselitismi . Il nostro credo è quello di essere uomini liberi sociali e nazionali , e se un universalismo deve imporsi ,per permeare di idealismo il mondo occidentale e quello orientale , questo non potrebbe che fare riferimento a Roma e alla sua storia . Roma,  dalle sue foci nasce un fiume d acqua che ridarra’  vita alla terra .

La piu abile trovata del Diavolo fu quella di far credere che egli non esistesse…..

Romito Tommaso

Annunci

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in ALDE e Liberalismo, Comunismo e PCI, Cultura, Fascismi, MSI, Politica, Post-comunismo, RSI, Socialismo, Storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...