Aldo che voleva andare in America

Aldo che voleva andare in America

Tratto da La Voce Repubblicana del 13 Luglio 2011

Ricordate Cechov, “la corsia numero 6”: “visto che ci sono i manicomi bisogna che qualcuno li occupi”. C’è qualcosa di cechoviano nella parabola di Aldo Togliatti, il figlio del “migliore” spentosi in un ospedale psichiatrico dove era internato da chissà quanti anni. Nel 1993 si scoperse che c’era un paziente senza nome alla stanza 422 del villa Igea di Modena. Il figlio di Togliatti. Per lui la Basaglia non aveva funzionato. A solo un anno Aldo era ospite all’Hotel Lux di Mosca.

Nella notte spariva sempre qualcuno, ma chi era nelle grazie di Stalin viveva alla grande e Togliatti era uno dei favoriti di Stalin. Palmiro aveva capito perfettamente le paranoie del voz e usava un metodo infallibile per evitare quelle persecutorie. Quando Stalin chiedeva nelle riunioni del Comintern se si era d’accordo con lui, tutti i segretari comunisti si precipitavano a dire di sì. Togliatti invece restava immobile, lo sguardo fisso nel vuoto. Stalin in apprensione aspettava, si spazientiva e solo allora il comunista italiano diceva che si, era d’accordo anche lui.

Stalin iniziò ad amarlo, lo avrebbe voluto a Mosca, ma Togliatti convocò il comitato centrale del partito e gli fece rispondere che era indispensabile la sua presenza in Italia. A Mosca era invece rimasto Aldo. Tre interi anni, passati all’Ivanova, nel collegio della nomenklatura. I suoi compagni di studio erano i tre figli di Mao, quello di Tito e quella di Dolores Ibarruri.

Che Aldo fosse squilibrato lo si apprese già negli anni 50: era l’unico comunista che voleva andare negli Usa. Togliatti preoccupato lo portò subito a visitare dai medici dell’Unione Sovietica, poi in giro i per i Paesi dell’Est.

Fu allora che Aldo perse definitivamente la testa. Rimase per anni richiuso in una stanza, senza nome a fumare e fare cruciverba.

Annunci

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in Comunismo e PCI, Cultura, Palmiro Togliatti, Politica, PRI - repubblicanesimo, Socialismo, Storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...