BERTINOTTI “GRANDE BISOGNO DI SINISTRA IN EUROPA”

 

25 agosto 2011

CORTINA D’AMPEZZO (ITALPRESS) – “Sinistra radicale? E’ cosi’ indefinita che si puo’ definirla come vuoi. Rivoluzionaria? Non esageriamo. Ha ancora senso parlare di sinistra, anche se e’ difficile metterla in pratica”. Cosi’ Fausto Bertinotti uno dei protagonisti della serata di “Cortina Incontra” che ha discusso del tema “Sinistra, che fare?” insieme all’ex sindaco di Torino e deputato PD Sergio Chiamparino. Hanno moderato Enrico Cisnetto e l’editorialista di Repubblica, Giovanni Valentini. “La sinistra – ha detto il presidente della Fondazione Camera Deputati, hanno – e’ un grande bisogno in Europa, ma la sinistra non esiste se per sinistra non intendiamo una mera nomenclatura. Se per sinistra si intende un soggetto della societa’ organizzata, a partire da un popolo, con proprie forme organizzative di partecipazione e organizzazione, questa cosa non c’e’. La cosa paradossale e’ che non esiste, proprio quando molti fatti sembrerebbero dare ragione a certe tesi, considerate nel patrimonio storico della sinistra, nella sua accezione piu’ ampia. Primo, la necessita’ di un’irriducibile lotta contro la diseguaglianza, suo fondamento storico, un’esigenza squadernata di fronte all’Europa. Mai le diseguaglianze sono state cosi’ clamorose, tanto che nella discussione politica di questi giorni molti ricchi dicono ‘bisogna che ci tassiate un po’ di piu’‘. Secondo, la tesi fondante della globalizzazione, quella per cui i mercati si autoregolamentavano da soli, che si e’ smentita clamorosamente, la crisi dimostra il contrario, e prendiamo atto che siamo dentro a una crisi destinata a reiterarsi. Terzo elemento che era nella bisaccia della sinistra: l’idea che si potesse avere un ascensore sociale”.
“C’e’ stato in passato, poi si e’ bloccato fino al punto di bloccare anche lo sviluppo del Paese. Ebbene, questa sinistra ha avuto una presunzione di civilizzazione – ha proseguito Bertinotti -, una cittadinanza che non e’ solo il diritto liberale del cittadino, ma e’ anche l’idea di costruire una societa’ in cui ci si potesse riconoscere in qualche misura eguali. La sinistra non esiste piu’ perche’ sono venuti meno due elementi essenziali per farla vivere: innanzitutto, la democrazia, con i parlamenti ridotti a cassa di risonanza di quello che Mario Monti ha chiamato il ‘podesta’ straniero’ ed Eugenio Scalfari il commissariamento; secondo elemento scomparso, la politica che vive una condizione di asfissia dove le parole che si sentono non hanno senso, c’e’ solo un assurdo rumore di fondo. La sinistra e’ causa ed effetto di tutto questo, e’ complice di questa situazione e insieme la vittima. Purtroppo se vogliamo parlare di sinistra sarebbe necessaria la destrutturazione di questi corpi inerti e la resurrezione di una nuova sinistra europea che potesse tenere insieme tutti quelli che non accettano questa situazione. C’e’ bisogno di una rottura”. Chiamparino ha commentato l’analisi di
Bertinotti: “Radicale e impietosa, ma la trovo giusta, penso semmai ad invertire i termini. Il contenitore piu’ grande che manca e’ la politica e dentro questo c’e’ la sinistra. Populismo e tecnocrazia, il gioco politico in Europa avviene tra questi due
elementi. Ma anche se guardiamo alla destra non troviamo elementi incoraggianti, anche Sarkozy e la Merkel soffrono. La crisi della politica nasce dal fatto che la globalizzazione ha spostato i parametri che per lunghi decenni avevano caratterizzato i suoi progetti. O si scioglie questa stretta che si va definendo tra
populismi – sia di destra che di sinistra (ad esempio considero l’opposizione alla Tav una forma di populismo di sinistra) – e la pretesa che si governino societa’ complesse solo con la tecnocrazia, o non si determineranno le condizioni per ricostruire quello che dice Bertinotti”.
(ITALPRESS).

Annunci

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in Comunismo e PCI, Cultura, Fausto Bertinotti, Politica, Post-comunismo, PSI - PSDI, Socialismo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...