Socialismo democratico

Il socialismo democratico è un largo movimento politico e culturale che in origine si proponeva di diffondere gli ideali del socialismo nel contesto di un sistema democratico.

Nella maggior parte dei casi oggi i suoi aderenti promuovono gli ideali del socialismo come un processo evolutivo che accetta il capitalismo ma si propone di migliorarlo attraverso una legislazione sociale varata in un contesto di democrazia parlamentare: questa tesi è storicamente prevalsa dando vita alla moderna socialdemocrazia. Oggi, pertanto, socialismo democratico e socialdemocrazia sono termini usati spesso quali sinonimi della stessa posizione ideologica e politica.

Tuttavia non manca chi li considera concetti distinti. In particolare, secondo questa caratterizzazione, tra i partiti socialisti democratici troveremmo molti partiti ex-comunisti, mentre tra i partiti socialdemocratici sarebbero collocati i partiti storicamente socialisti o socialdemocratici che hanno dato vita all’Internazionale Socialista in opposizione al Comintern di matrice comunista e sovietica.

Socialisti democratici e socialdemocratici

Nella più recente evoluzione storica, almeno a partire dalla fine del XIX secolo, anche le componenti più a sinistra del socialismo occidentale hanno definitivamente acquisito l’idea di non poter prescindere dal contesto democratico: anche i socialisti più tradizionalisti e più a sinistra si sono inseriti in quel filone culturale e politico chiamato socialismo democratico, rappresentandone la “sinistra” interna. Tale tendenza coesiste e si contrappone all’altra ala del movimento, costituita da coloro che si definiscono “socialdemocratici”, riuniti nell’Internazionale Socialista e, in Europa, nel Partito del Socialismo Europeo.

Gli appartenenti alle correnti della sinistra interna sono per la maggior parte ex-comunisti (per es. il Partito del Socialismo Democratico tedesco) che – pur avendo abbandonato pienamente la visione rivoluzionaria – sostengono di poter superare, almeno in parte, il capitalismo attraverso riforme mirate alla instaurazione non di uno “Stato socialista”, ma di un sistema democratico parzialmente basato sulla democrazia diretta e radicato, tanto a livello locale come a livello nazionale, attraverso associazioni popolari e dei lavoratori. In Europa alcuni partiti di “sinistra” (anche se non tutti) si sono incontrati con la “New Left” in un unico soggetto politico di sinistra: il Partito della Sinistra Europea, formando con gli “eco-socialisti” l’euro-gruppo della Sinistra Unitaria Europea – Sinistra Verde Nordica.

Annunci

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in Comunismo e PCI, Cultura, Politica, Post-comunismo, PSI - PSDI, Socialismo, Storia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...