Analisi di un lombardiano-Socialisti di sinistra e PS di Nencini.

Socialisti di sinistra e PS di Nencini.

Compagni ed amici anche cari mi hanno spesso rimproverato per le aspre polemiche che io rivolgo al Ps di Nencini.

In realtà le critiche che coinvolgono Nencini riguardano una mia critica più generale al post-craxismo di cui il Ps (nella sua grande maggioranza) non è l’unica espressione ma è quella più visibile (si fa per dire).

Ora, la critica al postcraxismo è essenziale per rilanciare una iniziativa politico-culturale socialista nel processo di ricostruzione della sinistra (che è il compito che si prefiggono il network e tutte quelle associazioni che hanno organizzato l’evento di Livorno).

Ora se il Ps di Nencini non si fosse arrogato il diritto di rappresentare tutta intera la storia e la tradizione del socialismo italiano, non ci sarebbe stato alcun problema. Ma nel momento in cui si trasforma in Ps+i, diventa indispensabile per i socialisti di sinistra non solo separare i propri destini da quelli di Nencini (e il suo partito) ma ancora di più dimostrare che la posizione ufficiale del Ps+i non rappresenta affatto tutta la tradizione del socialismo italiano e che in larga misura ne incarna la negazione.

Facciamo un rapido excursus. La mutazione camaleontica dello SDI in Ps a Montecatini ha ancora più spinto a destra il gruppo dirigente.

La nascita del PD avrebbe potuto rappresentare una importante occasione per rifondare la sinistra nel socialismo. Dato che il PD rappresentava esplicitamente una fuoriuscita a destra dalla socialdemocrazia (e questo pesa fortemente ancora oggi).

Una formazione socialista sarebbe potuta nascere solo sulla sinistra del PD. Ma la cultura postcraxiana impediva ciò; perché:

1)      dal punto di vista programmatico il postcraxismo condivideva la svolta centrista del PD in quanto si ritrovava sull’impostazione social-liberista in economia (liberalizzazioni come motore dello sviluppo, difesa della legge Biagi) identificandosi spesso con l’ala destra del PD su questi temi

2)      Il postcraxismo si fonda sulla sintesi di due elementi: la fuoriuscita dal socialismo dei Martelli e degli Amato; la celebrazione del lutto postcraxiano. Un anticomunismo a tratti delirante diventa il collante di tali posizioni. Per cui “comunisti” sono tutti quelli che vengono dal PCI anche se oggi militano nel PD! Qui il delirio diventa paranoico e strutturato.  Da questa premessa ne discende che Vendola è un catto-comunista-massimalista-peronista; che lo stesso Fassina del PD sia un pericoloso estremista

3)      Poiché lo stesso PD è colmo di “comunisti”, la collocazione del partito postcraxiano è alla destra del PD. Anzi esso deve favorire l’incontro tra PD ed UDC per riequilibrare la presenza di pericolosi comunisti e cattocomunisti nel PD stesso!

Apparentemente è follia pura. Di fatto è un escamotage per traghettare un ceto politico accattone verso i lidi più convenienti al momento

E’ chiaro però che tra socialisti di sinistra e Ps+i si apre una divaricazione politico-ideologica incolmabile.

Oggi i socialisti di sinistra sono presenti in diverse delle formazioni esistenti. Da SeL al PD, al Ps , senza tessera. Il network ha cercato di mettere insieme questa area politica con uno strumento molto innovativo ed aperto di respiro nazionale. Il compito dei socialisti di sinistra non è di fare un nuovo partito. Oggi di partiti ce ne sono già troppi e spesso vuoti di idee.

E’ di costruire una rete di relazioni ed interlocuzioni politiche, nonché costruire luoghi di riflessione, dibattito e proposta, per favorire la costruzione di un soggetto politico della sinistra, tramite un generale rimescolamento delle carte. E di collocarlo nel rinnovamento a sinistra del socialismo europeo.

PEPPE GIUDICE

Advertisements

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Politica, PSI - PSDI, Socialismo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...