Definizioni di Socialismo

Il socialismo visto e definito dai suoi autori principali.

Come sarebbe bello il socialismo senza i socialisti. (Filippo Turati)
Deve essere nostro compito realizzare ed avviare una via italiana al socialismo. (Palmiro Togliatti)
È un grave errore pensare che Hitler scendesse (o fosse costretto a scendere) a compromessi con il capitalismo,e che non fosse un socialista. Niente affatto: sia lui che il suo partito condannarono il Capitalismo Internazionale con la stessa energia con cui combatterono il Comunismo Internazionale. E la storia delle classi lavoratrici lungo tutto il Novecento e quasi ovunque mostra che erano disposte a tollerare, e perfino ad ammirare, i capitalisti di successo, purché fossero i capitalisti.
Mussolini, Hitler, Perón, Stalin furono tutti socialisti nazionalisti, con l’accento che batteva sul secondo termine. Nel 1870, e ancora decenni più tardi, sembrava impossibile che il nazionalismo e il socialismo si sarebbero mai alleati. Eppure, se si pensa all’onnipresenza dello Stato sociale, oggi siamo tutti nazionalsocialisti, almeno in un certo senso. (John Lukacs-storico americano del socialismo)
Il crollo del socialismo in alcuni paesi non significa che abbia fallito: ha perso una battaglia. (Fidel Castro)
Il socialismo è portare avanti tutti quelli che sono nati indietro. (Pietro Nenni)
Noi non colpiremo mai la libertà e la democrazia per edificare il socialismo: ma edificheremo il socialismo per difendere la libertà e la democrazia . (Giuseppe Saragat)
Il socialismo è qualcosa che si radica nel sangue. (Benito Mussolini)
La libertà senza socialismo è privilegio, ingiustizia; il socialismo senza libertà è schiavitù, barbarie. (Michail Bakunin)
Il socialismo per sua natura deve essere alternativo al sistema capitalistico. Se perde questa caratteristica cessa di esistere. (Felipe González)
“E’ socialista quella società che riesce a dare a ciascun individuo la massima possibilità di decidere la propria esistenza e di costruire la propria vita” (Riccardo Lombardi)
Socialismo o barbarie (Rosa Luxemburg)
Per me libertà e giustizia sociale, che poi sono le mete del socialismo, costituiscono un binomio inscindibile: non vi può essere vera libertà senza la giustizia sociale, come non vi può essere vera giustizia sociale senza libertà. Ecco, se a me socialista offrissero la realizzazione della riforma più radicale di carattere sociale, ma privandomi della libertà, io la rifiuterei, non la potrei accettare. Ma la libertà senza giustizia sociale può essere anche una conquista vana. Si può considerare veramente libero un uomo che ha fame, che è nella miseria, che non ha un lavoro, che è umiliato perché non sa come mantenere i suoi figli e educarli? Questo non è un uomo libero.
(Sando Pertini)

Annunci

Informazioni su POPVLARES

Nato a Iulia Augusta Taurinorum, di origini osco-sannite e Romano-bizantine. Credo vivamente nei valori dell'Humanitas e in una Patria Romana e Socialista.
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Politica, Socialismo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...